Palloni pressostatici

25 OTTOBRE 2008 – data storica per il club con la copertura di 4 campi per la stagione invernale con 2 palloni pressostatici!

Cosa significa pressostatico?
Non ha struttura portante rigida. Il sostenimento e la stabilizzazione della membrana di copertura vengono ottenuti grazie al principio fisico della sovrapressione creata nell’ambiente interno.
Possono essere realizzate sia in semplice che in doppia membrana; nel secondo caso si ottiene un elevato risparmio energetico dovuto alla coibentazione (isolazione termica) che ne consegue.

Alcune informazioni tecniche sul pallone:

  • realizzato in doppia membrana
  • materiale avente iterposto un tessuto in poliestere al 100% Trevira alta tenacità
  • ricoperto da ambo le parti con cloruro di polivinile (PVC) ignifugo a norme ministeriali classe 2
  • stabilizzato ai raggi UV
  • larghezza 36 metri
  • lunghezza 36 metri
  • superficie coperta 1’296 m2
  • spessore membrana 5 mm
  • spessore totale 75/100 mm (compreso l’aria)
  • peso totale 900/950 g/m2 -> 1’166.4/1’231.2 Kg
  • altezza massima 10 metri e 50 cm (al centro)
  • luce interna diretta
  • 20 lampade (tipo Disano asimmetrico) da 400 W
  • temperatura interna di ca. 16 gradi
  • montaggio 3/4 giorni
  • si gonfia in ca. 30 minuti

Un grazie anche alla ditta italiana Teloni Poletti, fornitrice dei palloni pressostatici http://www.telonipoletti.it.

Storia:

Comments are closed.